Diario


Firenze che passione.

Se passate come me qualche giorno a Firenze non potete resistere al fascino della BISTECCA,
detta FIORENTINA o per gli amici LA CICCIA. Camminando per le strade del centro si passa
da un profumo di CICCIA in CICCIA, si può incappare in cartelli come questo...


e vetrine come questa !!!!!!


che a mio parere vale 1000 volte di più della vetrina di CARTIER...
E così andando a naso e un po fidandomi dei commenti captati qua e la ci siamo fermati a mangiare da un ristoratore DOC che ha un ristorante altrettanto DOC, dal nome davvero curioso,
IL SASSO DI DANTE



Menù classico toscano dalla fetunta con fegatini e pecorino, ai pici e tagliatelle fatte in casa rigorosamente con ragù di cacciagione. Poi il capitolo carne con CICCIA  e tagliata e poi uno splendido ossobuco alla fiorentina.
vedere per credere..






La mia estate a tavola.

Le vacanze estive sono state un vero e proprio tour enogastronomico da Salerno ad Ostuni passando da Cetara, Amalfi, Maiori, Minori, Ravello, Positano, Matera, Torre Santa Sabina, Ceglie Messapica, Polignano a Mare. In ognuna di queste meravigliose località ho potuto assaporare cibi autentici, preparati con materie prime realmente a km 0, frutta e verdura che ancora avevano dentro il calore del sole di queste coste fantastiche, accompagnando il tutto con vino e birra locali che nulla hanno da invidiare alle altre regioni. Una menzione particolare va alla mozzarella di bufala che non ha eguali.

Incominciamo da Salerno; su indicazione di mio fratello siamo stati alla trattoria ZIZZINELLA, che già i proprietari indicano essere PICCOLA TRATTORIA POPOLARE, ed infatti i tavoli vengono disposti all'aperto in base alle persone che vogliono fermarsi a mangiare.

 
Il menù è una sorpresa e nello stesso una certezza, solo piatti di pesce e verdure, siamo a Salerno e così deve essere. Da subito ci colpiscono gli antipasti, questi sono quelli che noi abbiamo ordinato ma vi giuro che li avremmo ordinati tutti
Genovese di spada
Insalata di polipo pomodorini pistacchio patate e crostini
Tortino di alici e patate con cuore di formaggio fuso
Totanetto ripieno con scarola e provola

SQUISITI !!!

Di secondo piatto abbiamo preso alcuni primi piatti e un CUOPPO di PESCE FRITTO fantastico.
I primi erano:
Risotto alla crema di broccoli scampo e sgusciato di mare
Linguina vongole e patate
Spaghetto alle alici fresche

BUONISSIMI !!!

e come dolce tutti una delizia al limone che non ci scorderemo mai più !!!

Ovviamente ho voluto conoscere lo CHEF e fargli i complimenti per come aveva trattato le materie prime e creato questi piccoli capolavori.

Le foto potete vederle su TRIPADVISOR al link ZIZZINELLA

Percorrendo il Sentiero dei limoni abbiamo costeggiato tutta Maiori e Minori.
Paesaggi fantastici viste mozzafiato.....


e nel bel mezzo di questa passeggiata abbiamo potuto assaggiare una Limonata buonissima fatta con SFUSATI AMALFITANI, e acquistare Limoncello da un signore gentilissimo che ha la sua limonaia lungo il percorso.

Ad Amalfi invece abbiamo pranzato in un agriturismo dal nome non proprio locale AGRICOLA FOREPORTA, posizionato lungo il sentiero della VALLE DELLE FERRIERE DI AMALFI.
Anche qui un'ottima limonata e poi ci siamo scatenati con panini rustici con capicollo e scamorza, e parmigiana di melanzane della mamma, davvero squisita. Per finire con una torta di noci, miele e fichi suprema.

CONSIGLIATISSIMO FORIPORTA

A Ravello luogo davvero incantevole ed esclusivo, abbiamo scelto di pranzare da MIMI'.


                                                      

E ancora una volta siamo rimasti colpiti dalla qualità e dalla bontà dei cibi in Menù, anche se questa volta visto le recensioni di tripadvisor abbiamo optato per la pizza, ed è stata una scelta azzeccatissima, una pizza così ce la possiamo solo sognare in LOMBARDIA !!!!

ANDATECI ANCHE VOI !!!!! MIMI'


Infine non poteva mancare una serata a CETARA a gustare gli spaghetti con la colatura di ALICI.
E così eccoci qui da ZI MICHELE, al ristorante LA  FRITTURA DEL GOLFO
Cena fantastica, profumi e sapori davvero appaganti, piatti di qualità e per fortuna di quantità, visto che non vorresti finissero mai. Ci si sente a casa, coccolati e accompagnati in un tour gastronomico tutto a base di pesce freschissimo.
Oltre agli spaghetti con colatura di alici, abbiamo ordinato i paccheri al ragù di mare e per non farci mancare nulla anche una porzione di lasagne di mare, per poi finire con CUOPPO di PESCATO di GIORNATA.






Poi passando da Matera ci siamo trasferiti in Puglia e abbiamo dato seguito al nostro tour enogastronomico !!!

Si parte da Carovigno dove una sera abbiamo cenato al ristorante La Cantina. il proprietario Vincenzo e del suo chef nonché moglie ci hanno deliziati con una sequenza di antipasti che da soli sarebbero bastati a soddisfare il nostro palato !!
Polpettine di pane e melanzane, abbinamenti di formaggi freschi e frutta, gamberi crudi marinati, tortini di alici, seppie e carciofi, e poi ancora tartare di tonno e salmone, insomma un tripudio di sapori e colori impiattati benissimo, vedete per credere queste foto e poi andate a consultare
tripadvisor La cantina




Ad Ostuni ci siamo sbizzarriti alla sagra di ferragosto, praticamente una sagra street food,
tanti assaggi offerti a un prezzo simbolico di 2 euro che ci hanno fatto assaporare praticamente tutte le tipicità del luogo, polpette di pane, bombette di carne, sausizza, orecchiette, pane fritto, fichi imbottiti, mozzarelle e caciocavallo podolico.
capite a me ! sta sta.

A Ceglie Messapica divenuta famosa non solo per le sagre ma anche per qualche ristorante "STELLATO" abbiamo voluto azzardare e cercare le stelle nei vicoli della città dove cucinano ancora le nonne, e così abbiamo scelto Osteria da Giuseppe, ovviamente a conduzione familiare.
Osteria da giuseppe


Antipasti quasi esclusivamente a base di verdura tutti genuini e un purè di fave con cicoria che parlava da solo, il BIS è d'obbligo.





Poi orecchiette a profusione, infine io ho azzardato anche un brasato di asino e cipollata, che dire SCELTA AZZECCATISSIMA !!!
A dimenticavo alla fine ti servono dei dolcetti a base di pasta di mandorla che vanno via che un piacere il tutto assaporando un amaro alle erbe indicatissimo.

Infine Polignano a Mare, avrò sempre un bellissimo ricordo di questa città la cui parte storica si affaccia a picco sul mare. Bella, Romantica ma nello stesso tempo Viva, il cui centro pullula di locali di tendenza e piccoli bar che offrono la qualunque, dal panino al polipo, agli strascinati, alle polpette al sugo, per non parlare della focaccia e della pizza che devo dire è parente stretta di quella campana.

Ancora una volta ci siamo fidati delle recensioni e scelto un ristorante apprezzato per la bravura dello chef nel preparare piatti a base di pesce fresco ma anche la pizza alla vecchia maniera.
Ubicato davanti all'arco di ingresso della città storica ecco il ristorante CASA MIA
Casa Mia

Imbarazzati dalla scelta e incuriositi dal menù abbiamo mangiato sia la pizza che il pesce
e non saprei dire quale delle due scelte fosse la migliore, perchè entrambe le pietanze erano
perfette, guardate il bordo di questa pizza...



o il ragu di mare di questi paccheri....



POESIA ai nostri occhi e al nostro palato !!!!


Ma in realtà tutti i 16 giorni ci hanno dato la possibilità di assaporare qualcosa di davvero unico, a partire dalle mozzarelle di Paestum, alle bombette di carne del macellaio di Torre Santa Sabina, alle melanzane sottolio confezionate dal fruttivendolo di Carovigno, al melone di pane e ai fichi raccolti dall'albero, al caffè alla Leccese sino alle prelibatezze che il nostro amico Vincenzo ci ha offerto durante il soggiorno nella sua bellissima dimora ZEN.

Ora però bisogna darci dentro con la CORSA !!!!!!!!







      Pasqua a MERANO     
Non riesco più a trovare il tempo per cucinare e illustrare le ricette, e così il poco tempo che ho per rilassarmi lo uso per viaggiare con la mia famiglia, e non è un caso se i luoghi visitati abbiano sempre qualcosa di interessante dal punto di vista gastronomico !!! Merano e i suoi dintorni sono speciali per questo. Tanto per incominciare bisogna affidarsi alle birrerie FORST, dove potrete gustare un'ottima birra sia chiara VIP PILS che scura SIXTUS, e assaggiare un sacco di piatti a tema. Canederli, Spätzle, Stinco, Gröstl, Wusterl, Bratwurst e tanto altro la fanno da padrona, ma anche tante altre ricette. La sede della Forst a Lagundo ha due birrerie, una interna e una esterna fatta come una foresta con tante casette arredate in stile tirolese.http://www.braugartenforst.com/

Canederli....




Wurstel & Bratwurst....


e poi SPECK !!!!



Ma Merano non sono solo birrerie FORST, infatti per me il miglior ristorante di Merano si trova a MERANO 2000 ed è la BAITA WAIDMANN-ALM, dove uno chef donna è in grado di deliziare qualsiasi palato con piatti di carne davvero SPECIALI, i migliori in assoluto che si possono gustare davanti ad un panorama incantevole.



Rosticciana con Gröstl.


E per finire uno strudel con crema di vaniglia tiepida...una delizia.










dopo tanti anni siamo riusciti ad organizzare a casa nostra la festa del Natale e di
Santo Stefano. Gli invitati erano tanti ma nonostante questo è stata una bellissima festa.
E per onorarla nel modo migliore, Cristina ha dedicato tanto tempo per la messa a punto dei dettagli, a partire dalla tavola che ha saputo preparare davvero con gran classe.


Per il menù vi rimando al Blog, ma nel diario ho voluto lasciare un ricordo di due
perfetti "salumieri" impegnati ad affettare quanto di più buono si potesse affettare,
dal Jamon Serrano Curado al Culatello di Zibello...




Capodanno  a  München.
E poi…..capodanno a Monaco di Baviera a ritmo di “Ein Prosit der Gemütlichkeit”,
il ritornello musicale che segna il brindisi alla gioia e alla voglia di stare insieme..
Cosa che per altro all’Hofbrauhaus succede da Centinaia di anni.
Hofbrauhaus Munchen



Ovviamente stinco, wurstel, speck e brezel l’hanno fatto da padrone !!!!



E poi Birra HB !!!


Sirmione che sorpresa
era tanto tempo che non mi recavo a Sirmione e devo dire che non me la ricordavo così bella. Organizzata, pulita, viva e ricca di attrazioni eno gastronomiche, dallo street food ai ristorantini caratteristici lungo lago. E proprio di uno di questi vi voglio illustrare qualche immagine di piatti a dir poco accattivanti.




                                
                                                 tortelli di luccio in vellutata di pomodoro




                                            Gnocchetti calamari, pachino e asparagi di mare




                                          Paris 2014

        Paris 2014
                                  


Quest'estate siamo stati in vacanza a Parigi, e in questa pagina di diario innanzitutto mi voglio ricordare dei profumi che ci accompagnavano tutto il giorno, Baguette e Croissant la facevano da padroni, e poi il profumo della pasta Brisè che dava vita a milioni di Quiche dai sapori e dai colori unici.













Per non parlare dei dolci, follemente ricchi di Beurre, ma pazienza, come non mangiarli, ricordo la Tarte Tatin mi guardava e mi diceva mangiami...


E poi alla sera solo Brasserie, da Montmartre a Sacre Coeur, da Notredame a Place de la Bastille, in ogni dove queste Osterie di lusso dai menù contenuti ma ben scanditi da piatti tipici,      ti facevano diventare sempre più un Parigino.
Tra tutti voglio ricordare Le Bouillon Chartier.......




ma solo perchè offre la Tete de viau più buona del mondo !!!
 

ma solo dopo aver gustato delle ottime, supreme Escargot à la Bourguignonne

e aver concluso con Profiteroles da brivido







  LANGHE 2013

Sono stato invitato a Serralunga d'ALBA, per trascorrere una bellissima serata enogastronomica. L'albergo che ci ha ospitato è il Boscareto Resort, 5 Stelle Lusso davvero incantevole ilboscaretoresort



Invece per cena siamo andati al ristorante stellato da GUIDO  presso la tenuta di FONTANAFREDDA
Fontanafredda





















Tutto meraviglioso, a partire da come ci hanno accolto, al giro guidato delle cantine, ai luoghi dove il Re d’Italia, Vittorio Emanuele II si incontrava con la Bella Rosina, fino all'ultima sala che in realtà è la prima dove si pigiava l'uva e che è stata il luogo dove si svolse la prima riunione di Slow Food.

E ora vi racconto della cena.
Ovviamente visto il luogo e visto il periodo non poteva mancare il tartufo bianco e il tartufo nero e così il menu' ci ha omaggiato sapori unici e indimenticabili !!! Eccovi qualche immagine di alcune portate


                                Vitello Tonnato Imperiale

 

                                     Uovo al tartufo Nero

                      Tajerin al burro e tartufo bianco

                              

                                   FIRENZE 2013

Come farsi sfuggire un'occasione più ghiotta dei Mondiali di Ciclismo 2013 a Firenze !!!
E' così con i miei amici, Sandro, Gio e Robi abbiamo deciso di essere presenti. In questo blog ovviamente non vi raccontero' della gara ma solo degli aspetti ENOGASTRONOMICI....
Sabato a pranzo tanto per gradire ci siamo recati alla storica Focacceria Bondi



dove ognuno ad un prezzo onesto, può farcirsi a piacimento la classica focaccina toscana, ovviamente gli ingredienti sono quelli tipici toscani




Alla sera invece approfittando della apertura straordinaria dovuta all'anniversario dei 60 anni di apertura, abbiamo cenato in un locale DOC anche per i fiorentini, la Trattoria da Mario. Ambiente, clima e menù davvero tipico, vi lascio curiosare nel sito per farvi fare un'idea.
trattoria da mario





Cibo a KM zero, anzi a MT zero visto che la "ciccia" da 2 KG che ci siamo mangiati, arrivava direttamente dal macellaio al Mercato Vecchio di fronte.








il quale stava a sua volta festeggiando, stile film di Pieraccioni, alla presenza di Marilyn Monroe....

 

Il giorno dopo eravamo a Fiesole e a pranzo ci siamo rilassati
in una bella locanda consigliata anche da SLOW FOOD,
il Vinandro, con un'ottimo menù e una carta dei vini davvero rifornita. 
Vinandro
In questa occasione ho convinto quasi tutti a gustare il
"PEPOSO" spezzatino tipico di muscolo di chianina cotto nel chianti e grani di pepe nero, dal gusto davvero unico.



recensione


                     SLOW FISH 2013

Con mio fratello Roby sono andato allo Slow Fish in quel di Genova il 9 Maggio



 

e abbiamo partecipato a due eventi:

In punta di lama - L'arte dello sfilettare pesci piccoli e medi.
Questo evento è stato davvero interessante, ma anche molto divertente grazie allo staff di SLOW FOOD che ha reso il corso un bel momento di aggregazione e formazione.







Adesso non saremo più costretti a comprarli già confezionati !!!











Fish'n' chef - Con Gennaro Esposito, Torre del Saracino, Vico Equense (NA)

E già, adesso ho capito cosa vuol dire essere un grande CHEF stellato.....sapersi spingere oltre, osare , inventare , stupire...







Lo chef Esposito ha cucinato la MEDUSA !!!






 e poi un risotto con sauro affumicato e alga croccante...


                                        













Nessun commento: